° CA.MA.DI. | Capitani Marittimi d'Italia

Votiamo “NO” al Referendum

Torre del Greco, 1 ott 2016

I nostri padri che nel 1948, dopo l’azione referendaria, si attivarono per la funzionalità della Repubblica “Votata dal Referendum”, si diedero tutti la mano, maggioranza ed opposizione, per realizzare unanimemente l’attuale Costituzione, strumento con il quale, cominciando dalla ricostruzione della Italia distrutta dalla seconda guerra mondiale, e grazie ad Essa, siamo arrivati fino ad oggi con la nostra bella Patria.

Molti affermano che si tratta di uno strumento che altro non esiste al mondo, tanto é Bella.

Al momento, grazie ad un “saltimbanco” che nessuno ha votato e grazie ad un “pessimo” presidente della repubblica che lo ha voluto, collaborato da una “sciacquetta” di ministro, ha modificato una parte della Costituzione con l’attenuante di rendere la funzione amministrativa e politica più snella, economica e veloce.

Ha eliminato il Senato esito di un bicameralismo perfetto e democratico ed al suo posto ha proposto un organo, “insalatiera”, dove troviamo un coacervo di gente nominata, tra consiglieri regionali e sindaci, che solo Dio sa.

Noi ci vergogniamo di avere un furfante di tal tipo a primo ministro ed ad una sciacquetta pappagallo, motivi per i quali e per le considerazioni in premessa, ”come gente di mare”, abbandonata da tutti, andremo a votare il 4 dicembre un bellissimo “No” a questa grande stronzata.

Indietro Stampa...