° CA.MA.DI. | Capitani Marittimi d'Italia

Le ”manfrinature della politica”

Domani 2 dicembre la gente saprà chi ha vinto. Quantunque la quantità enorme di veicolazione pubblicitaria delle cosiddette “primarie del centro-sinistra”.

Malgrado i numerosi confronti, le molteplici opinioni espresse, il tam-tam della carta stampata ed i sermoni proferiti dal “nuovo” siamo persuasi che si tratta di una ennesima “manfrina” del centro-sinistra per ricostruirsi una “verginità” perduta e rilanciarsi nell’agone delle prossime elezioni.

Purtroppo, oggi, l’Italia sta pagando una crisi doppia provocata da un altra “manfrina”: l’ingresso in Europa avvenuto con la benda agli occhi non ha tenuto conto dell’immaturità del popolo italiano, le cui famiglie dell’epoca furono costrette ad un esborso di 80.000 lire, per adeguare la valuta italiana ai parametri di “Maastricht” e contestualmente al cambio in “euro” con una svalutazione di oltre il 3%.

Cosa ottenne il governo di centro-sinistra che realizzò l’infame operazione?.

Che Prodi, capo del governo italiano, divenisse capo di quello europeo e il deputato D’Alema il nuovo Presidente del Consiglio al posto di Prodi.

Oggi, nell’attuale difficile momento, dal quale non è riuscito ad uscire il centro-destra e quanto mai il governo dei tecnici che gli italiani non hanno votato e che praticamente ha scontentato tutta l’Italia si sono ritrovati sul groppone la crisi internazionale, strisciante, le cui origini risalgono ai contrasti tra il presidente U.S.A. BUSH e l’errata politica economica interna e i banchieri ebreo-americani.

In questo clima, senza la volontà degli Italiani che invece avrebbero potuto già votare nel 2011, ci ritroviamo, tra illusioni e venditori di democrazia, a pagare direttamente le conseguenze di tante leggerezze.

L’analisi ricognitiva proposta, non ha alcuna pretesa, ma è mirata a far sapere ”che : “ cà nisciùno è fessò ”

Indietro Stampa...