° CA.MA.DI. | Capitani Marittimi d'Italia

Accademia…… l' Iniziativa…

Qualche anno fa, si diceva che la Regione Campania era incapace di utilizzare le risorse finanziarie che la comunità Europea destinava alla formazione professionale dei suoi cittadini, in particolare si ventilavano chiacchierii di alcuni milioni di euro finalizzati al rilancio del comparto marittimo umano.

Fu pressappoco in quel periodo che una personalità politica di un comune della penisola sorrentina, divenuto poi consigliere provinciale di Napoli, che nacque un imprecisato protocollo con l’omologo consigliere della provincia di Genova, con il quale, anche in relazione ad una struttura messa a disposizione nella città Ligure, fu fondata l’Accademia della Marina Mercantile Italiana.

I primi passi l’Accademia li compie raccogliendo adesioni. Confluirono subito gli associati della Confitarma che con tale organismo avevano trovato il modo di sbarazzarsi dei costi in proprio della formazione dei giovani allievi della marina.

Seguirono con molta enfasi le organizzazioni sindacali ed una certa nuova sigla chiamata “Formare” nella quale ci sono ancora i sindacati, ovviamente sempre le stesse sigle; gli altri, se vi sono, pagano soltanto (province, comuni etc.).

Dopo tale fioritura in terra d’altri ecco che improvvisamente, con un lampo di genio, qualcuno sfata le chiacchiere sull’utilizzo dei fondi europei in Campania motivo dell’attuale ragionamento, ed impianta, sempre con risorse altrui, un’Accademia/bis in Torre del Greco.

Il seguito alla prossima volta.

Indietro Stampa...