° CA.MA.DI. | Capitani Marittimi d'Italia

Tabelle d'armamento - Ultime modifiche

In relazione alla seduta del Gruppo di lavoro svoltosi a Roma il 20 luglio u.s. la L.A.A.M., rappresentata da Ciro Iacomino, ha rilasciato la seguente dichiarazione di voto:
"la necessita' di assicurare un minimo di sicurezza del personale nazionale e straniero sulle navi di bandiera italiana ha indotto la L.A.A.M. ad esprimere le proprie preoccupazioni per la promiscua rappresentativita' del personale di bordo, ove la prevalenza professionale del marittimo italiano e' sovrastata, in peggio, dall'incertezza di quella straniera.
Restante cosi' le cose parra' di aver inflitto agli italiani a bordo una ulteriore punizione dopo la divisione della marina mercantile con quella del diporto, la soppressione dei "titoli professionali" ed il pessimo funzionamento della legge primaria (L.30/1998) con l'assoluta mancanza di operosita' dell'osservatorio del lavoro, Art.9/ter.
Per tali ragioni la L.A.A.M. ha dichiarato e ribadisce, con la presente, la sua astensione dal voto."
Ha inoltre manifestato la grave decimazione che sta avvenendo durante gli esami di "qualifica" dello Stato Maggiore rispetto alle complesse prove d'inglese e, ringraziando il Comando Generale delle Capitanerie di Porto, VI Reparto Ufficio IV, per la grossa mole di lavoro svolto a favore della complessa nuova normativa, ha lasciato la seduta con un voto di astensione consegnando una nota scritta al presidente stesso perche' fosse posta a verbale della riunione.
La seduta , poi, ha continuato senza completare i lavori per tutto il pomeriggio ed e' stata aggiornata al 29 luglio p.v. dove la L.A.A.M., non partecipera'.
Nella prossima pubblicazione sara' riportato un breve commento per l'evento accaduto a Novembre 2008 sulla Nave "PAXI-C" che ha visto soccombere, fino al decesso, il Comandante della stessa.

Indietro Stampa...